Università degli Studi di Milano

Biblioteca di Filosofia

Home Fondi librari e archivistici Fondo Guido Davide Neri - Fondo Guido Davide Neri
23 | 07 | 2024
Menu Principale
Quick Link
Fondo Guido Davide Neri - Fondo Guido Davide Neri Stampa
Indice
Fondo Guido Davide Neri
Materiale archivistico
Catalogo GEA
Materiale librario
Biografia di Guido Davide Neri
Testi di approfondimento
Tutte le pagine

Biografia di Guido Davide Neri


26 novembre 1935

Nasce a Milano.

1948-1953

Frequenta il liceo classico Berchet a Milano.

1953-1955

Inizia gli studi universitari di filosofia presso l’Università degli Studi di Milano, dove frequenta lezioni di Antonio Banfi e di Mario Dal Pra.

1955-1957

Continua gli studi di filosofia trasferendosi presso l’Università degli Studi di Pavia, dove frequenta lezioni di Dino Formaggio e di Enzo Paci.

1956-1957

Collabora alla rivista “Ragionamenti”.

1957

Si laurea in Estetica presso l’Università degli Studi di Pavia, con una tesi sul pensiero di Alois Riegl; relatore Dino Formaggio, controrelatori Enzo Paci e V.E. Alfieri.


I primi anni dopo l’università, ha vissuto nella “comune” di via Sirtori a Milano.

1957-1963

Lavora come assistente volontario di Filosofia teoretica (titolare Enzo Paci) all’Università degli Studi di Milano.

1958

Inizia la sua collaborazione ad “Aut aut”, la rivista fondata da Enzo Paci nel 1951, su cui pubblica numerosi saggi fino al 2000.

1958-1960

È supplente di Storia e Filosofia presso il Liceo scientifico statale Alessandro Volta di Milano.

1960

Ottiene l’abilitazione all'insegnamento di Filosofia e Storia nei licei.

1961

Cura l’edizione Feltrinelli de “La prospettiva come forma simbolica e altri scritti” di Erwin Panofsky.

1 settembre 1961-31 ottobre 1962

Soggiorna a Praga dove ha ottenuto una borsa di studio annuale presso l’Università di Praga e l’Istituto di Filosofia dell’Accademia cecoslovacca delle scienze.

In questo periodo, e in viaggi successivi, inizia il suo decisivo rapporto con la Cecoslovacchia e i paesi del socialismo realizzato. A Praga intreccia profondi rapporti con filosofi dissidenti come Kosík e Patočka. Le prime riflessioni su quest’esperienza sono pubblicate sul “Filo rosso” e sui “Quaderni piacentini”.

1 novembre 1962-30 aprile 1963

Soggiorna a Parigi per sei mesi, con borsa di studio, presso la Cité universitaire de Paris.

1962/63

Ottiene una borsa di studio dal Ministero della Pubblica Istruzione presso l’Università degli Studi di Milano.


1963


Fonda il mensile politico e culturale “Il filo rosso” (Feltrinelli), ideato e diretto insieme a Gian Piero Brega, Gian Franco Vené e Massimo Calderazzi.

1964/65

È supplente annuale di materie letterarie alla scuola media statale di Trezzo sull’Adda.

1965

Pubblica “Gabriele Galantara. Il morso dell’asino” presso Edizioni del Gallo (poi Feltrinelli, Milano 1980).


Dello stesso anno sua “Nota” all’edizione Bompiani dei “Pensieri proibiti” di Stanislaw Jerzy Lec.

1965/66

È supplente annuale di Cultura generale ed Educazione civica presso l'Istituto professionale di stato per il commercio "Adriano Olivetti" di Rho.

1966

Pubblica “Prassi e conoscenza” presso Feltrinelli.

1967/68

Anno accademico di insegnamento negli Stati Uniti come docente di filosofia, Visiting Assistant Professor, presso la Pennsylvania State University.

1968

Ottiene l’abilitazione alla libera docenza in Filosofia teoretica presso le università (confermata nel 1975).

1968-1971

Ricopre l’incarico d'insegnamento di Estetica presso la Facoltà di Magistero dell’Università degli Studi di Padova, sede di Verona, su proposta di Dino Formaggio, preside di Facoltà.

1971-1981

Ricopre l’incarico d’insegnamento di Filosofia presso la stessa sede.


Inizia così il suo lungo periodo di insegnamento a Verona. Nelle sue lezioni, ad una riflessione sulla storia e sulla percezione, accompagna spesso quella sull’arte, con attenzione particolare per il mondo della pittura, come per il Caravaggio, pittore per lui fondamentale. Le sue lezioni tornano anche su aspetti del pensiero di Husserl, Merleau-Ponty, Bloch, Patočka, Banfi.

1980

Pubblica “Aporie della realizzazione. Filosofia e ideologia nel socialismo reale” presso Feltrinelli.

Dal 1982

Ricopre l’incarico di Professore Associato Confermato per la disciplina di Filosofia presso la Facoltà di Magistero e poi (dal 1992/93) di Filosofia teoretica presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Verona, autonoma rispetto a quella di Padova dall’agosto 1982.

1984

Pubblica “Crisi e costruzione della storia. Sviluppi del pensiero di A. Banfi” presso Libreria Editrice Universitaria, Verona (poi Bibliopolis, Napoli 1988).


Anno di congedo dalla docenza per ricerca scientifica.

1989/90 e 1996/97

Anni di congedo dalla docenza per ricerca scientifica.

2001

Muore prematuramente.

Informazioni tratte da: “Nota biografica” a cura di C. Zamboni in G. D. Neri, Il sensibile, la storia, l'arte. Scritti 1957-2001, Verona, Ombre corte, 2003, pp. 357-361; “Bibliografia di Guido Davide Neri” a cura di A. Pantano in G. D. Neri, Ivi, pp. 362-367; materiali presenti nell’archivio.




 
Avvisi e notizie

Prestito week-end


Ogni venerdì, dalle 12.30, si potranno prendere a prestito documenti finora esclusi appartenenti ai seguenti settori:
- manuali di filosofia
- libri di biblioteconomia

I testi dovranno essere restituiti il lunedì successivo entro le 12.30.

 

BibliotecaDiFilosofiaMilano

La Biblioteca di Filosofia è su Facebook!

Cercala, guarda le risorse di filosofia che postiamo, partecipa alle nostre iniziative e mandaci suggerimenti!!